Io completamente pazzo, l’altro giorno stavo lavorando e Apple Music mi caccia un pezzo. Inizio a perreare sulla sedia inviando mail. Guardo chi è, TINI. Ho gridato e ora rimpiango non essere andato al concerto del 20 Febbraio al Fabrique. RIP concerti. Lungavita a TINI.

Tipo che dopo Maradona è la persona più famosa d’Argentina, Martina ha fatto due album: uno orribile, l’altro piacevole. MA I NUOVI SINGOLI come me gustanooo.

Mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai mai e mai mai mai mai mai mai mi sarei aspettato di essere qui a scrivere questo articolo.
Beh da piccolo ero convinto di essere etero e innamorato di Jessica Alba ahah i casi della vita.

Comunque: Martina Stoessel, questo cognome da veneta con l’accento ultra chiuso che già te la vedi a raccogliere le mele a Treviso è il nome esteso di TINI, meglio conosciuta come la Violetta che rincoglioniva tutti su Disney Channel, riempiva i palazzetti e in pratica si spacciava per cugina latina di Hannah Montana.
TINI ovviamente arriva da un passato canterino per bambini, ragazzini e ovviamente firma un deal discografico con l’aberrante HOLLYWOOD RECORDS. Errore commesso in passato da tipo tutte le star Disney e company, tranne Ariana Grande, Ariana Grande è entrata in Republic like the bitch she fucking is.

La prima release come TINI e non come Violetta è stata TINI (Martina Stoessel), pubblicato nel 2016, una dichiarazione d’indipendenza dalla serie che l’ha resa famosa ma un pò cagionevole, sciatta e next.
2018, secondo disco ‘Quiero Volver’, chiama Karol G, Sebastian Yatra (che si bomba in quanto fidanzato, chiamala scema). Sound più maturo, same percorso di Miley, primo album super friendly sono sempre io amici amatemi, secondo inzia a capire che sativa non è una cantante afro e poi via amici, si parte. Qui non siamo ai livello di Miley assolutamente. Una crescita che suona lineare, non strana ne forzata. E’ diventata una donna e le piace un sacco perreare 😈

Questa che avete appena sentito è stata la prima canzone che ho ascoltato di TINI senza sapere che fosse roba sua, l’altro giorno mandando una mail al media.
Non vi spiego ne che lavoro faccio ne cos’è il media, se lo sapete: beh ciao amici abbiamo una cosa in comune 🙂

Ma la sentite, la sentite la carica da yasss mi piace, come se la balla, come se la mena, quanto è bona. TINI girl you FIRE!!!
Basta, buco nero: scopro dopo tipo 3 minuti che ha fatto un pezzo con Lalo Ebratt. ‘Fresa’. Banger. Più di 100 milioni di views su Youtube. Lei sempre più carica e bona. MA AMICI MA la cosa più bella per ultima: il nuovo singolo ‘Ya no me Llames’ è con Ovy On The Drums, il producer dietro alla mega super iper hit ‘Tusa’ di Karol G e Nicki Minaj. Faccio play. Si sente il ohohohohovy on de draams. Echi in chiave club di una basichissima Marcia nuziale, lei che parte un pò tristina, entrano le percussioni e amici è una banger mid tempo con un ritornello super canticchiabile e da movimento di fianco sexy. Secondo verso cantato da Ovy. Funzionissima.

Dopo questo piccolo trip nella sua roba recente mi sono completamente dimenticato del videogioco di Violetta per la Nintendo DS, lo giuro.
TINI slayami la vita e fanculo al Davide del passato che quando ha visto che eri al Fabrique (dietro casa sua, quasi letteralmente) si è messo a ridere, che pianga lo stronzo, non merita nulla!!!!
Ciao amici miei carissimi, sentitevi Ya no me llameeeeeeeeeeess e fate delle twerkatine mentre mandate mail pure voi. Appena i concerti risorgeranno e lo faranno, verrò a vederti Tini e sarò in prima fila, a costo di fare la 619 alle 12enni sotto palco.

Vi voglio bene, mi piace scrivervi e pestarvi.
Se sarete in prima fila, nel futuro.
Bye putas!

Scrivi la tua