4 anni, quattro anni che li aspetto e oggi bam ma che è sta cover che è sto slay i The Pretty Reckless sono tornati con il nuovo singolo ‘Death By Rock and Roll’ estratto dall’omonimo (che non vedo l’ora di ascoltare) album.

Finalmente ci siamo, il quarto album di studio arriverà quest’anno e ‘Death By Rock and Roll’ è il primo, azzeccatissimo assaggio.

‘Make Me Wanna Die’ ci ha fatto morire a tutti nel 2010. I vocals di Taylor Momsen sono bellissimi, raw, aggressivi, pesanti. I The Pretty Reckless fanno un rock che sa di pub, che strizza l’occhio al pop ma solo perchè si è beccato un riflesso in faccia. Parlano senza grandi giri di parole, se ne fottono e beccano sempre l’obiettivo.

Tre dischi di discreto successo all’attivo ma una sola reale hit ‘Heaven Knows’ estratta dal secondo album ‘Going To Hell’, i TPR si possono ormai definire una band presente e attiva nella scena rock mondiale.
Gli ultimi anni per il gruppo sono stati particolari e la morte, è stata spesso un elemento ricorrente. Vi spiego perchè.
Nel 2017, sono stati gli opening act dei Soundgarden, aprendo anche l’infausta data al Fox Theater di Detroit, dove al termine del concerto, in hotel Chris Cornell si è suicidato.
L’anno seguente, nel 2018, Kato Khandwala, uno dei loro longtime producers, è morto in uno schianto in moto.

Due colpi pesanti, che si sono chiaramente sentiti ed hanno riempito le loro ore chiusi in studio. ‘Death By Rock and Roll’ conoscendo i loro ultimi anni, non è un titolo privo di senso, anzi. Condensa esperienze, amore per la musica e voglia di spaccare. La cover, Taylor in sella ad una motorcycle è un chiaro e potente omaggio a Kato e al mondo del rock. Quando ho visto l’artwork su twitter, mi è venuta la pelle d’oca. Stupenda. Decisamente sopra le righe rispetto alle loro solite cover, decisamente meno impattanti, ma questo è uno show off, è un’impersonificazione della dannazione, del rock. Poi beh, lei è anche davvero figa.

Chitarra elettrica che guida, batteria, la voce di Taylor altissima sopra la base.
‘Death By Rock and Roll’ non ha la potenza ed il chaos di ‘Going To Hell’, ma schiera una rabbia reale. Parla di morti, morti per il rock and roll. Uscire con il botto, farsi sentire.
Un rock che sa di classico, con un assolo di chitarra finale fotonico. Sono delle belve sti ragazzi.

Non abbiamo tantissime informazioni per quanto riguarda l’album, ma sappiamo che a ‘Death By Rock and Roll’ ha lavorato anche Matt Cameron dei Pearl Jam e i Soundgarden stessi.

Sono felice che siano tornati, sono felice di vedere questo concept esploso in modo così potente e owned dalla band. Spaccano raga.
Streammateli tantissimo, amerete.

Scrivi la tua