Otto anni di silenzio infranti con il nuovo singolo ‘Missing U’. Facciamo un enorme applauso a Robyn che torna a farci ballare con le lacrime negli occhi. Essere emo é sempre bellissimo con lei.

Nuovi producers e collaboratori storici, hanno craftato la nuova bombetta dell’artista svedese, che se non vi mancava, beh, avete seri problemi.

Sicuramente non si può dire che Robyn sia famosissima o che la sua discografia abbia sfornato hit after hit, ma quello che fa lo fa da Dio. Ci fa piangere, ballare e sclerare. Nello stesso identico momento. Emo queen indiscussa, prima di Lorde, prima di Lana, il mood é quello e l’aveva già impostato, su beat decisamente più elettronici e sperimentali delle prime due.

La stragrande maggior parte del pubblico la conosce per ‘Dancing On My Own’, direi la sua più grande hit, l’ammiraglia di ogni sua playlist. Di brani bomba la svedese però ne ha cacciati un sacco, tipo la mia prefe ‘Be Mine’. Super sad e presa male, midtempo a scatti che parla di quando ti piace da morire qualcuno che magari du botte te le ha date anche, ma che sai che mai mai mai ci finirai seriamente insieme.
Ugly crying in 3,2,1. GO.
Ecco, dopo otto anni di silenzio (Body Talk é stato pubblicato nel 2010) Robyn é tornata. Cazzo si.
La tipa é una di quelle di cui feel the need. Che ti canalizza il suo mood in modo bestiale e ti viene voglia di sentire. Lei, nessun’altra a paragone. Il mood Robyn é unico e il nuovo singolo ‘Missing U’, ci vuole ricordare proprio quello.

Nuova canzone, nuova Robyn più grew and mature ma stessa identica merda emo super cool che ti fa chiudere tutto fuori, agitare e piangere in discoteca. Bellissimo testo, produzione tipicissssssima del suo repertorio e un grande welcome back flag.
Sentite subito la canzone e aspettate con me la molta nuova musica in arrivo.
Le siamo mancati e lei, é fottutamente mancata anche a noi.

Scrivi la tua