QUANDO DUE ANNI FA HO SCOPERTO NIIA E NE HO PARLATO QUI SUL BLOG NON AVREI MAI IMMAGINATO CHE L’AVREI INTERVISTATA. SURPRISE BITCHES! INDOVINATE CHI L’HA APPENA FATTO? MA IO OVVIO! PREPARATEVI CHE SONO COSÍ PROFONDO QUANDO FACCIO QUATTRO CHIACCHIERE. AMERETE. MOI E LA BERTINO ABBIAMO PARLATO DI ‘II: LA BELLA VITA’ IL NUOVO (BELLISSIMO) ALBUM.

Ciao amici.
A San Valentino NIIA ha pubblicato il nuovo album ‘La Bella Vita’. Un rollercoaster di emozioni, dove la sua voce potente e strutturata come un ottimo primitivo rosso sangue, sanguina tra le tracce, tracce come battiti di un cuore spezzato, che ha imparato a sfidare la vita a testa alta indossando un lucidissimo paio di tacchi a spillo neri.
No major label, niente supporto. Solo se stessa.

Spero che leggere queste parole faccia bene al cuore anche a voi, io quando ho ricevuto le risposte mi sono commosso. La musica è bellissima.

Ciao Niia, giusto per informarti: quando ho ricevuto il tuo nuovo album in anteprima ho urlato.
GRAZIE per avermi permesso di fare questa chiacchierata. Sono Davide, piacere di conoscerti.
Prima di inizare, come stai? Come ci si sente ad avere appena pubblicato un album così personale? e si, ho scritto appositamente in grassetto personale.

Sinceramente, sto molto bene. Mi sento sempre abbastanza giù quando pubblico nuova musica, senza alcuna ragione particolare. Non amo leggere le mie interviste, perchè ironicamente detesto l’attenzione e tutto questo fatto del dover ‘parlare di me’. Sono una persona riservata.
Divertente comunque, ‘La Bella Vita’ è un album davvero personale. Le mie emozioni e tutto quello che stavo vivendo in quel preciso periodo della mia vita, sono appena state pubblicate. Ma dovevo raccontare tutto e ho dovuto essere coraggiosa. É appagante aver affrontato la paura della condivisione della mia vita personale con il mondo. La verità è sempre potente, sia stupenda o orribile che Sia.

Ok, ora incominciamo. Sei pronta?
Dopo aver ascoltato ‘La Bella Vita’, chiunque, letteralmente chiunque sarà d’accordo con me sul fatto che tu sia una donna così fuckin indipendent, spavalda e concious.
In ogni canzone del progetto armonizzi con le tue insicurezze, dubbi, difficioltà e le trasformi in una cazzo di arma da fuoco, la tua arma, e quando sai come usarla… nessuno può fermarti.
Per citare una delle mie canzoni prefe nonchè una delle standout track dell’album ‘Face’:  tu sei una songwriter e le parole sono i tuoi proiettili.
Com’è stato sparare allo specchio che rifletteva le tue emozioni, immagine e sentimenti?

Wow, grazie. La tua descrizione è pazzesca! You nailed it.
Negli ultimi due anni ho trascorso un periodo decisamente buio. A volte ricordo di essermi guardata allo specchio e sentirmi incazzata, confusa ed è capitato… anche spaventata. Sono io ad essere letale o sono proprio quella che necessita protezione?
‘Face’ parla della mia voglia di ricordare chi fossi e più che un sentimento di nostalgia, le emozioni che mi evocava erano più simili ad un incubo… Possiede anche un altro significato, ovvero quello in cui cerco di ricordare al mio amante quanto le cose fossero belle tra di noi.
Ho percepito gran parte di quest’album come un conflitto interiore con me stessa, tra la rabbia che provavo per non essere riuscita a tagliare una relazione, la delusione che provavo nei miei stessi confronti e l’odio che ho sviluppato nei confronti della persona con cui pensavo avrei passato il resto della mia vita.

‘Sad Boys’ (mia produzione preferita dell’intero progetto) e ‘Black Dress’ sono la mia accoppiata preferita dell’album.
Nella prima sei sotto un cazzo di treno per il tipo, nella seconda sei decisamente oltre a tutto e tutti. Hai ben chiare quali sono le tue love intentions. Così chiare che suggerisci proprio al ragazzo di levarsi dalle palle, perchè non hai la minima intenzione di innamorarti in questo momento.
Potresti per favore presentarmi questi due lati di NIIA? Cos’è successo tra questi due brani?

Sono felice tu abbia colto questo punto 🙂 Tutti amano un sad boy. Li vogliamo salvare. Vogliamo essere anche quelli che vengono salvati. Volevo che fosse sexy e sassy, ma senza scendere nel pesante. Ma, alla fine è davvero una canzone che racconta la storia di un heartbreak. Non so che cavolo ci sia di così attraente in questi sad boys. Sono così belli. Ma, quando inizi ad accorgerti che non puoi fare nulla per salvarli, sei già arrivato ad una via senza uscite, una dal quale è praticamente impossibile scappare. Credo che ‘Black Dress’ sia la naturale progressione e un grande ‘Beh, Fanculo’. Non sono mai stata una salvatrice, faccio cose sbagliate. Quindi nemmeno io sono quella giusta per te! Quindi sarebbe meglio che tu te ne andassi prima che ti annienti se continui a girarmi attorno. Ho anche sentito la necessita di non incolpare obbligatoriamente qualcuno. Una relazione vuole che ci siano due persone per funzionare e anche io ho commesso parecchi errori. ‘Black Dress’ è un inno a tutte le mie abitudini più sbagliate, quelle abitudini per le quali non ho intenzione di scusarmi più.

Non ho intenzione di chiederti quale sia la tua canzone preferita, ma ti dirò qual è la mia: ‘If You Won’t Marry Me Right Now’. VOCALS!
Sei real NIIA. In questa canzone apri la finestra su uno dei momenti più personali e intimi della vita di una persona. Di tutte le persone. 

L’idea e l’imminente realtà di un matrimonio praticamente dietro l’angolo. Il climax dell’amore.
La tua anima mi ha fatto viaggiare all’interno do un rollercoaster di emozioni. Ho percepito il dolore, l’amore. La chiusura del brano è poetica.
Per favore, voglio sapere qualcosa in più sulla canzone. Nessuna domanda, vai!

Grazie. 🙂 É anche la mia preferita… Tutto quello che posso dirti è che una sera ho bevuto un calice di vino di troppo e mi sono ritrovata in un piccolo studio che ho creato all’interno di un armadio, per scappare da tutti e registrare i miei vocals da sola. Ho premuto registra e cavolo… La canzone è uscita, tutta in un lungo freestyle. Come per magia. Arrivata al secondo verso avevo già abbastanza materiale per costruire un brano intero, ma ho continuato a gettare parole, tutte le emozioni hanno continuato ad intensificarsi ed il testo ha continuato a costruirsi. I final vocals che sono presenti nell’album sono appunto quelli registrati nel mio piccolo studio, non potevo non utilizzarli, sono e suonano così reali. Ero distrutta, stanca, inacidita. Avevo bisogno di scavare in me stessa e cantare in cerca di sollievo, per uscire dall’inferno in cui mi trovavo. Ho anche aggiunto alcune vocalist  per aggiungere maggiore female energy e darmi la forza necessaria per fare compire al coltello un altro, forte, giro nella piaga.
L’ho cantata dal vivo solo una volta, ed è stato davvero forte. Per quanto sia clichè da dire, scrivere questa canzone davvero mi ha salvata. Mi spezza il cuore ogni volta, ma spero aiuti chiunque ne abbia bisogno. Non so se scriverò mai qualcosa di così personale di nuovo e onestamente, mi va bene così.

Distruggere muri e barriere, fai questo in ‘La Bella Vita’.
Cercare l’amore, riceverlo e al contempo avere un’enorme paura della solitudine.
Amare qualcuno nell’ombra senza avere la possibilità di fare lo stesso sotto la luce del sole.
Di questo brano adoro il fatto che doni all’essere amante una connotazione estremamente romantica, un romanticismo che credo ogni tipo di amore meriti.
Non importa se moralmente giusto o sbagliato, l’amore è sempre la parte più potente nell’equazione.
Il titolo di questo brano, nonchè album title, è tatuato sulla tua pelle.
Che cos’è La Bella Vita per te?
É la fusione perfetta di dolore e felicità?

Potresti rispondere tu alle mie domande? Amo la tua descrizione del pezzo. É esattamente ciò di cui la canzone parla e non avrei immaginato che potesse essere spiegata così bene, come hai appena fatto tu! La Bella Vita è nostalgia. Una idea naive di quello che credi il tuo futuro possa essere e sulle cose che desideri. É una stanza leggermente illuminata che ricorda un dipinto bellissimo, ma nell’angolo una ragazza è rannicchiata a piangere. Non è quello che sembra. La vita può essere così difficile e disappointing. Se sei una persona tanto sensibile e dramatic come me, può essere una tortura. Ma, tutta questa sofferenza è anche tutto quello che ho imparato dalla vita. Il mio dolore è la mia felicità, credo. Non puoi avere uno senza l’altro. Questa canzone è uscita naturalmente in seguito ad una poesia che ho scritto (non ve la traduco amici, sarebbe uno strupro, imparate l’inglese)  others will walk around with no soul, a few will walk with a thread of their souls hanging on five feet behind. We are all born into this, to fight carefully mad wars amongst ourselves. Born into a country where jailhouses are full and madhouses are closed. Where fools are elated by the masses into rich heroes. One day it will all change you’ll wake up finding everything around you smeared with the color of forgotten times. You’ll walk into love and it will beat you raw, make you crazy and you’ll beg for more.  Because thats all part of it. La Bella Vita. The beautiful life. 

Sono curioso.
Da quando hai scritto la ballata piano voce che chiude l’album. ‘Cup Of Trouble’, hai iniziato a suonare nuovi accordi? – la domanda fa riferimento ad una frase della canzone appena citata, ascoltatela cliccando qui.-

No, ma uno di questi giorni giuro che iniziero a suonarne di nuovi.

Ti prego dimmi che pubblicherai un video per ‘Sad Boys’.
Lo sai che ne merita uno. E fattelo dire, la tua aesthetic è una delle mie prefe of the game.  La fotografia è sempre pazzesca e gli outfit… che te lo dico a fà. 
Qual è il tuo video preferito? E cosa vorresti sperimentare nei tuoi prossimi visuals?

Avrà un video! Deve! Li amo un pò tutti i miei video per ragioni differenti. Ora ti direi che il mio preferito è ‘Whatever You Got’. Per girarlo ho fatto tutto io. Ho portato il mio cinematographer a Roma e abbiamo fatto un video folle. Pure i motociclisti carini italiani… è stato divertente lavorare anche con loro 🙂 Voglio esplorare più a fondo il cinema italiano. C’è così tanta ispirazione in quelle pellicole. Donne potenti, pericolo, drama, amore. Tutto il necessario per supportare una canzone. Voglio tutti i miei video che sembrino più film rispetto a semplici e statici music videos. Viviamo in un periodo storico così ricco di immagini, dove foto, vestiti, fino ad arrivare al makeup possono insieme costruire e trasmettere tutte le emozioni della mia musica.

Ultima domanda. 
Qual è la tua dream collaboration?
Morirei a sentire te e Sevdaliza nella stessa traccia. Sarebbe un match made in heaven, ma con killer lyrics, vocals e visuals. omg, che visuals. Perdonami NIIA, parlo sempre troppo, non ascoltarmi. Btw, ti ho detto la mia, qual’è la tua?

Adorerei lavorare con Sevdaliza. Parliamo pure del video davvero epico che faremmo insieme!:)  Cavolo, ci sono così tanti artisti con i quali vorrei collaborare. Ma credo che ora come ora voglio lavorare con Orville Peck. Così dark e creativo. Oh certo, Sade, duh!

Grazie NIIA per aver chiacchierato con me e aver risposto alle mie lunghissime domande.
Quando verrai a Milano ti porterò fuori a cena per parlare di ragazzi, lacrime, come essere such a bad bitch e ovviamente per farti mangiare la miglior cotoletta della tua vita. 

Mi piacerebbe tantissimo, tantissimo. Le tue domande sono state le più difficili ed interessanti che mi siano mai state poste. Grazie per il tempo che mi hai dedicato.
E si, si esce a cena.

Amici, io morto.
Sono felicissimo, soddisfatto, orgoglioso.
Grazie ancora a Rouge per avermi concesso questo onore. You made my Valentine.
Ascoltate subito l’album e apprezzatelo.

Scrivi la tua