Koda Kumi è la POP DIVA che ha creato uno dei miei dischi preferiti ever ‘Japonesque’. É una super star in Giappone e vanta un repertorio musicale favoloso in combo con una presenza scenica jaw dropping.

Non posso dirvi tutto di lei non c’è il tempo, beh si sto scrivendo, ma okay, ecco le basics, cuffie in mano e si vola.

Manifesto ambulante dello stile ‘Ero-Kawaii’, da lei coniato nel 2005, Koda Kumi è puro popstar material.
Una discografia vastissima, predominata dalle fortissime influenze urban, che back then le hanno permesso di farsi notare in un mercato discografico prettamente dominato da artisti cute e un po’ tutti uguali, diciamocelo. Tipo Tiziano con Rosso Relativo in Italia, ricordate?

Senza contare raccolte, greatest hits e menate varie, Kuuchan (giapponesata, forgive me) ha pubblicato 14 album, stand outs pazzeschi: ‘Black Cherry’ (2006), ‘Kingdom’ (2008) e ‘Japonesque’ (2012) del quale vi parlerò anche più avanti perché merita un suo paragrafetto.

Tra le migliaia di video e singoli che ha rilasciato nel corso degli anni, è stato difficilissimo scegliere il primo video da mostrarvi, ma forza e coraggio che dopo aprile viene Maggio, ho optato per ‘Like It’, singolo promozionale di ‘Walk Of My Life’, disco uscito nel 2015 per celebrare i 15 anni di carriera.
Il brano è super simple e catchy, fa tutto il giro melodico che si ripete all’infinito accompagnato dall’atmosfera più girly hip-hop che potete immaginare.
Dovete fare solo una cosa: adorare.

Pussy bop,  banger, chiamatela come volete.
Diciamo che questo è un livello medio di Slay per Kumi e come average direi che ci sta super bene.
Nel corso degli anni ha collaborato con tantissimi artisti, da Fergie, T-Pain, Sean Paul, Jessie J e chi ne ha più ne metta e mai, mezza volta, è passata in secondo piano.
Koda Kumi è una forza to be reckoned with, ma come sempre succede (no, non è vero è una scusa ma fate finta di niente) agli artisti che ci sono da tanto, ultimamente sta subendo un calo nella vendita dei dischi e direi anche di popolarità, ma amen, la conoscono tutti come la Coca Cola.

I suoi tour, sono sempre bellissimi e la sua presenza scenica è davvero mostruosa.
Fa di tutto: salta, si lancia, balla, vola appena sopra la gente. Tutto meno che noiosa o ripetitiva. Vorrei tanto vederla dal vivo sooner than later.
Per farvi capire che intendo, regia, fate partire una clip!
No, scusatemi ma dalla regia mi dicono che YouTube fa pena e non ci sono pezzi brevi di suoi concerti top che posso mettervi e mi rifiuto di postarvi qui due ore di live, quindi: la curiosità ve l’ho messa, su YT ci sono quasi tutti i tour completi, se volete, andate e cercateli.
Ora, per compensare questa grave mancanza, eccovi ‘Candy’ feat. Mr. Blistah, datata 2008 super old school hip-pop. Orgasmatica e se non vi piace, non capite come al solito nulla.

Ora arriviamo alla mia parte prefe dell’articolo, nonché della discografia di Koda: ‘Japonesque’.
Pubblicato nel 2012, il disco è stato registrato tra il Giappone e l’America, con la voglia e la missione di Kumi di essere un boundary breaker per la musica giapponese, nel mondo. Dopo la forte espansione del K-pop a livello globale e l’apparente staticità del J-Pop, le cose, secondo la ragazza dovevano cambiare.

19 tracce, r&b, dance, rock, elettronica. Japonesque tocca tutte le corde di Koda Kumi e le fa esplodere in un’orgia musicale, ispirata alla sua terra natia.
Molti brani presentano elementi tipici dalla cultura e musica giapponese, dai testi ai suoni. ‘So Nice’, che la vede nuovamente insieme a Mr. Blistah è una roba hip-hop pieno stile japan. Favolosa.
‘Ko-So-Ko-So’ fa sangue, è sexy come mai era stata Kumi prima d’ora. Il disco è una bomba, il suo progetto migliore in assoluto, ancora imbattuto.

Con la felicità di avervi fatto conoscere Koda Kumi che amo, amo tantissimo, vi lascio con due brani.
Il primo ‘VIP’ in collab con T-Pain (per calmare i vostri spiriti da da pazze della dancefloor) e ‘Hurricane’, beh, sempre per farvi ballare come pazze.
Baci e abbracci dal vostro preferito (io).

Scrivi la tua