Le BLACKPINK sono attualmente uno dei massimi esponenti del K-Pop nel mondo. Fanno ballare, sono fighe e probabilmente, io ve lo dico, sfonderanno worldwide.

Non rimanete indietro, scoprite chi sono e preparatevi al loro ritorno nel 2018. Perchè sarà definitivo.

Sta cosa delle Pussycat Dolls che stanno tornando, le Fifth Harmony che a detta di qualcuno ‘sono brave’, le Little Mix che sono tanto intonate ma… Ecco, tutto questo mi ha fatto svegliare. No, basta! Non posso vivere in un mondo dove tutti osannano le Fifth Harmony, perchè spiegatemi, che c’è da osannare?

Mi sento finalmente pronto a svelarvi gli altarini del K-Pop.
Ma perchè altarini. Direi più abbazie, chiese, monasteri, templi sacri.
Dimenticate qualunque cosa voi conosciate e preparatevi a questa prima lezione di Korean Pop.

Benvenuti nella prima puntata di K-KLASSE, potete leggerlo CHE CLASSE, KAY CLASSE, KE CLASSE o come volete. In pratica si parla di K-Pop e volevo mettere k ovunque. Ogni martedì, qui su BETTERTASTE.

Se volete iniziate anche a chiamarmi Prof, sarebbe eccitante.
Loro sono le BLACKPINK e vi faranno perdere la testa. Anche se odiate il sushi -cosa impossibile per voi persone troppo cool- e non sapete cos’è il taekwondo.

Oserei dire che sta canzone la conoscono pure i muri. Basta guardate le views (no, non dite che i cinesi sono tanti) ma ci sono sempre le eccezioni, tipo voi a cui è caduta la mascella mentre guardavate il video di ‘Boombayah’, titolo molto elaborato ed aulico del singolo di debutto delle BLACKPINK.
Queste quattro ragazzette sono uscite allo scoperto o meglio ‘hanno fatto il loro big first step nella musica’ durante il 2016, prodotte dalla fantastica casa delle meraviglie e tamarrate nude e crude, chiamata YG.
Notizia flash, in Corea non esistono le major, O MEGLIO, le etichette discografiche forti non sono le solite che si trovano ovunque: Sony, Universal etc etc, MA YG, JYP e SM. Si, tutte rigorosamente in caps lock, come BETTERTASTE. Adoro.

Le BLACKPINK sono arrivate dopo lo scioglimento delle più famose -ancora per poco, anzi forse già dimenticate-  2NE1. Si dai, quelle di ‘I Am The Best’. La mettono anche al Plastic e al Rocket btw.

Dicevamo mhm, Jennie, Jisoo, Rosé e Lisa hanno debuttato l’anno scorso e nel giro di due anni sono diventate enormi, raccogliendo numeri pazzeschi ovunque, persino su Spotify, diventando prima dell’avvento global dei BTS, l’unico act K-Pop con più di 1 milione di ascolti mensili. Non fanno musica ricercata PER NIENTE, anzi fanno pop semplicissimo, parecchio tamarro e super super super internazionale.

Beh, come non blastarle fortissimo?

Nel giro di due anni le zie hanno pubblicato 5 canzoni in totale.
4 nel 2016 e una quest’estate, che vi ascolterete subito cliccando qui.
Si, poca roba direte,  ma tra, il 2018 sembra estremamente hot. Indiscrezioni e dirette Instagram criptiche fanno intuire che qualcosa si sta muovendo e sicuro ci tireranno fuori il primo album di inediti sooner than later, pronte alla world domination, spianate dai colleghi, ormai amatissimi, BTS.
Sono pronto ad essere slayato da beat tamarri, estetica over studied che rasenta l’idea di paradiso terrestre profumato di Kimchi e ritmiche simil trap che ciao.

Ultima cosetta veloce, che ovviamente avrete già notato. Quanto sono belli i video?
TROPPO. Ecco, i video K-Pop qui lo dico e qui lo confermo sono i video più belli, studiati, dettagliati che esistano in circolazione. Danno un peso pazzesco a tutti i dettagli, luci, fotografia, set design. Tante produzioni americane non arrivano ad essere così belle e complete. Ovviamente non parliamo nemmeno dei video italiani. Annalisa mi sentiiiiiii?

Ora raga vi lascio con un live top, fatto quest’anno a Luglio, in occasione dell’uscita del loro primo EP giapponese (tutte le canzoni uscite in Corea, in giapponese). Hanno spaccato tutto. Prendetevi 10 minuti e guardatelo.
Sono certo che finirete di vederlo e baaam, sarete fan.
Oh si, il nome del fandom è BLINK, ogni gruppo k-pop che si rispetti da un nome ai propri fan.
Baci.

Scrivi la tua