R&B pesantissimo, un botto di YAH, come sco*a lei nessuno e cori, enormi cori. Finalmente Ariana ha lanciato via la maschera con la quale la conosciamo tutti e abbraccia la sua vera natura nel nuovo singolo ‘God is a woman’. In the face, sempre progressive e mostruosamente powerful. Lo stavamo aspettando.

Jaw dropping, show stopping, attualisssima, per nulla scontata. ‘God is a woman’ é tipo ‘Dangerous Woman’ sotto ormone della crescita, cento volte meglio.

Qui qui qui, oggi Ariana é qui.
Dopo tutti i cazzo di scandali, ciambella, fidanzati che girano, gusti musicali, Ariana Grande oggi ha pubblicato ‘God is a woman’ che é a mio onesto – e importantissimo – parere: la sua canzone più personale a livello di gusto, mood e chiarezza. Vedo Ariana, é qui.

R&B fa da padrone, a tratti sembra una trappata pesantissima scandita dai suoi ‘YAAA’. Non aspettatevi un brano veloce, ma tranquilli, vi farà ballare. Un pò alla ‘Drunk In Love’. Si, l’ho fatto, l’ho paragonata a Beyoncé e fidatevi, ci sta.
Cori, sensualità a vagonate, crescendo pazzesco da inizio a fine canzone. L’ultimo minuto é devastantemente bello. La sua musica é sempre bella, ma a questo giro ha trovato il suo. Chi é Ariana Grande? Oggi vi risponderei facendovi sentire proprio questa. La consocevamo già tutti e lo sapevamo che lei é questa (parlo con chi sa bene e ha studiato la materia ecco), ma ci mancava la canzone. Ora c’é.
Max Martin alla produzione (si, lo stesso di ‘Into You’) ha creato il vestito perfetto per Ariana. Everybody knows quanto lei ami l’urban pesante, il sesso e tutt’i cos’. É come tutti noi, quasi tutti noi, ma mai l’aveva dimostrato così prepotentemente e aaaaaah.

Cioé qui parliamo di una banger gigantesca che un paio di anni fa ci sarebbe sembrata totalmente fuori luogo da Ariana, ma che ora, tira un fil rouge con tutto. Completa un cerchio e ne apre un altro molto più grande: la teenager icon é una donna, non si potrà darle della ragazzina dopo aver sentito questa. É così fucking grown, vera, potente, wow. Raga Wow! Si stacca dalla concorrenza e si alza, basta box con altre mille artisti ex disney, nickelodeon and so on. Sta roba suona da Grammy, non scherzo.
Un nuovo album, il quarto, ‘Sweetener’ in uscita il 17 agosto (che si prospetta huge qualitativamente parlando) la piena coscienza di se stessa e l’abbattimento di ogni muro con l’ascoltatore. Senza barriere, Ariana é questa e cazzo quanto lo sapevo e l’aspettavo. Sempre detto: se io fossi un’artista, farei la musica di Ariana Grande. É BETTERTASTE. Sempre.

Enough ora, streammate the shit out of del singolo e condividete a manetta l’articolo. Let’s wake these ignorant hoes.
Vi amo.

Scrivi la tua