Dua Lipa non mi è mai stata troppo simpa, la trovo piatta e nulla di che, ma nel nuovo singolo di Calvin Harris ‘One Kiss’ è meravigliosa e si, è una fottutissima dancefloor hit.

Calvin Harris riabbraccia le sue ‘vecchie’ sonorità, accantonando il sound dell’ultimo progetto. Ci vuole far ballare, di nuovo. And i’m here for it.

Al primo ascolto ‘One Kiss’, il nuovo singolo di Calvin Harris, può non colpire. Il ritornello è martellante, ma dalle sonorità quando si rumoreggiava di un ritorno del producer ai 120 bpm minimo, di certo non ci si aspettava una roba del genere.
‘One Kiss’ non è ‘This Is What You Came For’, non è così aggressive e Dua Lipa non è Rihanna, obvi.
Questa nuova traccia martella pesante, underlow. Il chorus è super super super remixabile, catchy e head shaking. I versi sono delicati, sultry e fottutamente disco anni 90.

Che piaccia o meno (forse non fa impazzire solo a me) Dua Lipa ci sa fare e ha sta voce che sembra powerhouse ma non lo è assolutamente che ogni volta ti sembra di sentire chissà che cantantona arrivata, ma no è solo lei.
Ha quell’allure nostalgica che piace ai più grandicelli e sta attitude cocky, idgaf, lgbt friendly che fa strappare le mutande a tutti gli altri. É costruita bene, canta bene e ha un team dietro pazzesco.

Coooomunque ‘One Kiss’ dopo diversi ascolti, mi piace. Tanto. Sicuramente hit, almeno nei club.
Questo marks it as la seconda canzone di Dua che mi piace dopo ‘High’, il brano che ha creato per la OST di 50 Shades Freed. Il primo album è brutto, non ditemi che è bello solo perchè l’avete scoperta con ‘New Rules’ c’mon guys move on. Si salvano solo un paio di tracce, mia prefe? ‘Last Dance’.
Magari il secondo progetto mi farà stannare anche a me la nuova it girl del pop? Probabile visto che l’hanno prodotto Diplo e Mark Ronson come executive producers.

Ora godetevi ‘One Kiss’ e amatemi visto che è il weekend e non ho il bf.
Bacy.

Scrivi la tua