‘Il Mondo Prima di Te’ non ha vinto Sanremo 2018, sti cazzi, Annalisa Scarrone è figa e ho aspettative altissime per il nuovo album, ‘Bye Bye’. Quest’articolo è per voi incapaci cronici che non riconoscete la gente che vale.

Il grado di sfiga di sta ragazza probabilmente diventerà una scala di misurazione riconosciuta a livello globale, ma a me piace e tranqui che a breve vi da merda.

Avete presente quando vedete la luce in fondo al tunnel? Quella fortissima, che ti abbaglia e non vedi più una sega… Ma la vedi solo tu, o forse pochi altri, perchè la gente non presta attenzione ai dettagli e streamma solo le canzoni di Riki.

Io Annalisa ammetto che la conoscevo poco, pochissimo fino l’anno scorso.
A Sanremo 2017 (li ha fatti tipo tutti, adoro) mi aveva colpito poco, anche se il testo de ‘Il Diluvio Universale’ è davvero bello. Una canzone che non so cantare, mi fa bagnare. Queen of Ballads. Dopo Taeyeon, ovvio.
Comunque, il singolo successivo estratto dall’omonimo album ‘Se Avessi Un Cuore’ mi piacque parecchio, lei era grintosa, giusta, arrabbiata.
In pratica ho comprato subito l’album e bomba, ho visto la luce. Potentissima e non sto parlando di tutto il progetto, ma solo di una canzone: ‘Le Coincidenze’.
Ascoltate, please.

A parte la produzione che è pazzesca (Mace ha lavorato al beat, non sapete chi è ma per dirvi, é uno che lavora con Marra, Gué, Salmo) Annalisa quanto cazzo suona bene.
La voce, l’interpretazione, il vocoder pesantissimo e i synth super eleganti con elementi trap.
Raga, questo pezzo è FUTURO per l’italia. É tipo il pezzo che Giorgia vorrebbe come singolo da anni, invece di quelle puttanate pseudo dance che tira fuori.
‘Le Coincidenze’ mi ha fatto urlare, mi ha fatto amare l’album dal quale è estratto ‘Se Avessi Un Cuore’ e da li, ho cominciato a seguire Annalisa.

Premetto che trovo orrificanti gli album prima di ‘Splende’, ma la cosa (s)figa è che nei dischi c’è sempre qualche traccia interessante, persa in un mucchio di filler. Annalisa è forte e obiettivamente una grandissima topa. Bellissima voce e mega tecnica. Palese che è una che si scogliona e che ha grinta.
Mi piace, trovo che abbia un fuoco enorme dentro, ma che debba ancora esplodere e incendiare tutte ste cantantine pseudo pop che fanno le fighe.
Annalisa è umile, gentile, ma anche stufa.
Questa penso sia la sua forza, l’essere incazzata. Dopo un album come ‘Se Avessi un Cuore’, dove finalmente si è spogliata degli arrangiamenti da italiano medio e si è buttata a bomba nell’elettronica, tastiere e synth… Vuole fare quello che le piace e ‘Bye Bye’ sembra proprio sarà lo statement della sua voglia di urlare ‘fottetevi’. Un manifesto.
Il primo singolo ‘Direzione la Vita’, a parte il titolo osceno, è figo. Catchy, ballabile e fresco. L’inedito presentato a Sanremo 2018 è interessante e meno Sanremese delle sue solite ballad. Annalisa è cambiata, ha alzato il livello ed il volume.

Cara Nali,
Non avrai vinto Sanremo, sarai over le bibite che fanno solo ruttare e non debutterai probabilmente alla uno con ‘Bye Bye’ (te lo auguro) ma tranquilla amo, che me lo sento, quest’anno è tuo. 

Vi lascio con ‘Il Mondo Prima di Te’ e vi chiedo… Com’era il vostro mondo prima di BETTERTASTE.? Non voglio nemmeno immaginarlo. Per fortuna ora sono qui.

Bacy, vvb

Scrivi la tua