Demi Lovato sta per pubblicare il nuovo album ‘Tell Me You Love Me’, del quale a nessuno interessa niente. Ed è un peccato, o forse no.

‘Tell Me You Love’ me è anche il titolo del nuovo -noiosissimo- singolo, successore dell’indegna ‘Sorry Not Sorry’. Ma al posto di spingere ruote giganti (vedi foto in alto) perché non registra musica decente?

Prima di parlare della nuova, bruttissima musica, ho voluto ricordare l’unico bellissimo singolo di Demi ‘Heart Attack’.
Si, ok, anche lì urlava come sempre, ma era credibile e l’album di cui fu il primo singolo ‘DEMI‘, era pure carino. Quei dischi da viaggio in macchina con amici. Musica di sottofondo, che ogni tanto alzi e spesso abbassi sulle tracce sciatte, per poi rialzare al massimo quando arriva il pezzone.
Ecco, ora torniamo alla realtà.

Questa canzone potrebbe essere invece la vera ragione per cui i vostri amici non vogliono più salire in macchina con voi.
É brutta, bruttissima. Demi prova a essere figa e cocky, ma l’unica cosa che fa è gridare nel ritornello e jammare su dei beat e un concept che andavano di moda tipo 3 anni fa.
Probabilmente, era al McDonald a sfondarsi di patatine con Nina Zilli e hanno fatto tardissimo insieme.
Ma, Demi la salvo, nonostante tutte queste cazzate e tutta la musica diversamente piacevole che sta continuando a pubblicare, la salvo.

A parte che chiedere a Demi di ballare è una mossa azzardata e coraggiosa, ma ovviamente il regista del video si sentiva fiducioso. Come quella volta che mia madre mi fece montare una libreria comprata da IKEA e io la assemblai totalmente al contrario.

Comunque sia, ‘Instruction’ uscito a Giugno, è una figata. Lei spacca. Jax Jones è fighissimo e non ne sta sbagliando una. Aveva bisogno di una vocalist forte, con appeal sui teenager, che fosse un minimo più conosciuta della – ancora per poco – sconosciutissima ma PAZZESCA Raye e che non costasse tanto. Dai su, diciamocelo chiaramente.

Qui però Demi regna, per quanto sia persa da anni nell’inferno della mancanza d’identità, Jax Jones è stato un pò il suo Virgilio.
Totalmente in trend, forse con un occhio di riguardo per l’europa, senza alcuna pretesa se non quella di far divertire e far sentire che sta ragazza comunque sia, spacca. Sa cantare e se indirizzata bene, delivera.
Peccato però che la direzione musicale del prossimo album sia completamente diversa. Demi vuole riprovarci a essere urban, ‘Unbroken‘ non le è bastato. Compresibile però, ora è il genere che tira come non mai in america ed è l’unica corrente musicale che forse la potrebbe trasportare alla riva della Billboard Chart.
Ci riuscirà? Io dico di no.
Demi sei brava, ma smettila di far finta di essere Arya Stark, non cambi volto, confondi e basta.

Scrivi la tua